MasterFlow 928 - Malta cementizia premiscelata.


Come funziona la malta espansiva per ancoraggi MasterFlow 928?

Prima di posizionare la macchina rimuovere dalla superficie della fondazione il calcestruzzo deteriorato e l’eventuale lattime di boiacca, e irruvidire la superficie. Eliminare l’olio, il grasso, i detriti e la polvere dalla fondazione, dai pozzetti di ancoraggio, dai bulloni e dalla piastra d’appoggio.

Le casseforme debbono avere sufficiente impermeabilità per evitare sottrazioni d’acqua della malta da ancoraggio, ed essere ancorate e contrastate per resistere alla pressione della malta quando questa sarà messa in opera e livellata.


Miscelare per 3-4 minuti, in betoniera, o per piccole quantità, con frusta montata su trapano a bassa velocità, l’intero contenuto dei sacchi con il quantitativo minimo d’acqua previsto (4.2 litri per ogni sacco, pari al 14,5%) fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Aggiungere poi eventualmente altra acqua (senza superare il quantitativo massimo previsto pari a 4,7 litri per sacco, pari al 16%) per ottenere la consistenza reodinamica.

Verificare osservando la superficie dell’acqua in un recipiente posto sulla piastra della macchina da ancorare, che le vibrazioni generate da eventuali macchine operanti nelle vicinanze non siano trasmesse alla fondazione della macchina che si sta ancorando.

Qualora ciò si verifichi, è necessario arrestare queste macchine finché non sia terminata la presa ed iniziato l’indurimento (almeno 10-12 ore a 20°C).

 

Cosa rende MasterFlow 928 la malta per ancoraggi di precisione una soluzione unica?

MasterFlow 928 è conforme ai requisiti e ai limiti di accettazione delle malte espansive per ancoraggi indicati da:

  • UNI 8993 e UNI 8994 circa le classi di consistenza per i tipi superfluido, fluido e plastico;

  • UNI 8994 e UNI 8996, UNI 8147 per l’espansione sia in fase plastica che indurita;

  • UNI 8998, circa l’assenza di bleeding.

MasterFlow 928 è indicato per ancoraggi di precisione quali ad esempio quelli relativi a turbine a gas o a vapore, alternatori, compressori, macchine per cartiera, torni frontali ed orizzontali, fresatrici, piallatrici, presse, laminatoi a caldo, trafilatrici, equilibratrici, gru, motori diesel, pompe, pale eoliche, impianti di sollevamento, mulini per la frantumazione, macchine per il taglio dei marmi, pilastri in acciaio o in c.a.p.

MasterFlow 928 risponde ai limiti di accettazione indicati nella normativa UNI EN 1504 parti 3 e 6.

 

Qual è il beneficio per il cliente nell'utilizzo di questa malta  cementizia premiscelata?

  • elevatissima fluidità e capacità di scorrimento rispondenza ai requisiti previsti dalla normativa italiana in tema di malte espansive per ancoraggi;
  • elevate prestazioni meccaniche sia a breve che a lunga stagionatura;
  • elevata adesione al calcestruzzo e all’acciaio;
  • impermeabilità all’acqua;
  • elevata resistenza all’attacco degli oli lubrificanti;
  • elevata resistenza ai fenomeni di fatica, ai cicli termici, alle elevate temperature.

Download

Trova il funzionario di vendita della tua zona

Distribution Finder Rete vendita