MasterFiber 080 - Micro fibre sintetiche per la prevenzione del ritiro plastico di materiali a base cementizia e per la riduzione del fenomeno di spalling del calcestruzzo. 

Come funzionano le MasterFiber 080 micro fibre?

Le micro fibre sintetiche MasterFiber 080 sono fibre in polipropilene agglomerate in fiocchi, caratterizzate da elevata superficie specifica, studiate per la prevenzione del ritiro plastico dei materiali a base cementizia e per la riduzione di fenomeni di spalling del calcestruzzzo. Le macro fibre sintetiche MasterFiber 080 presentano una buona disperdibilità all'interno delle miscele cementizie, elemento essenziale per la realizzazione di calcestruzzi omogenei. Le MasterFiber 080 sono in confezioni predosate in carta idromacerabile.

Le applicazioni sono:

  • Pavimentazioni architettoniche
  • Elementi prefabbricati.
  • Calcestruzzo per rivestimenti di gallerie/conci prefabbricati, per la prevenzione di fenomeni di spalling.

Cosa rende le fibre in propilene MasterFiber 080 una soluzione unica?

Il ruolo delle micro fibre sintetiche MasterFiber 080 è quello di limitare la fessurazione da ritiro plastico di materiali a base cementizia durante il periodo di breve stagionatura. Le micro fibre sintetiche MasterFiber 080 sono particolarmente indicate all'impiego in matrici cementizie per l'elevata aderenza alla matrice e l'elevata resistenza chimica in ambiente alcalino.

Quali sono i vantaggi delle fibre in propilene MasterFiber 080?

Le micro fibre sintetiche MasterFiber 080 presentano inoltre una perfetta disperdibilità nelle miscele cementizie ed allo stato fresco

  • limitano considerabilmente il ritiro di malte e  calcestruzzi durante la fase plastica.
  • limitano i fenomenti di bleeding e di segregazione.
  • facilitano la finitura superficiale,

mentre allo stato indurito contribuiscono ad ottenere un conglomerati cementizi più durevole in quanto esente da fessurazioni e quindi maggiormente resistente all'attacco di aggressivi.

Un'interessante applicazione delle fibre in polipropilene riguarda il miglioramento della resistenza al fuoco delle strutture in calcestruzzo e la riduzione del fenomeno di scoppio ed espulsione delle zone di conglomerato esposte direttamente all'incendio.

Questo fenomeno è da ascrivere al fatto che, per effetto dell'aumento di temperatura, la fase acquosa presente nei pori capillari in parte evapora verso l'ambiente esterno e in parte verso l'interno del conglomerato dove può condensare formando uno strato di acqua che impedisce l'ulteriore migrazione di vapore. Questo impedimento genera la nascita di pressioni nella zona corticale di calcestruzzo che, superata la resistenza a trazione del materiale, si rende responsabile del fenomeno di espulsione del conglomerato negli strati corticali.

L'aggiunta di fibre MasterFiber 080 , anche in combinazione con quelle strutturali in polipropilene MasterFiber 246, può ridurre drasticamente il fenomeno di spalling grazie al fatto che, a seguito dell'innalzamento della temperatura prodotto dall'incendio, le fibre fondono (a 150÷170 °C circa) lasciando all'interno della matrice cementizia delle porosità aggiuntive, in funzione del dosaggio e del numero di fibre presenti nella matrice stessa, in cui il vapore - prodotto dal riscaldamento del materiale - può espandersi riducendone la pressione responsabile dei fenomeni di espulsione del calcestruzzo.

Download

MasterFiber 080: Scheda Tecnica

pdf (125,68 Kb)
Distribution Finder

Trova il funzionario di vendita della tua zona

Contatto

Torresan Ivana

Torresan Ivana

Product Manager

+39 0422 429200